MAIOLO TODAY

MAIOLO TODAY

08/06/2022

Sanzioni POS e AGEVOLAZIONI per commissioni e acquisti

Sanzioni POS e AGEVOLAZIONI per commissioni e acquisti



Segnaliamo che a partire dal 30.06.2022 si applicheranno le sanzioni in caso di mancata accettazione dei pagamenti con carte e bancomat. 
Ciò significa che imprese, artigiani, commercianti e professionisti sono chiamati ad adeguarsi.

Sanzioni
Il DL 36/2022 prevede che la citata sanzione sia composta da una quota fissa e a una quota variabile.
La sanzione fissa è pari a 30 euro, a prescindere dal valore della transazione. La sanzione variabile è pari al 4% del valore della transazione negata dall’esercente. 

Agevolazioni
Per far fronte all'aggravio di costi causati dai pagamenti cashless, ad oggi sono in vigore tre agevolazioni, nello specifico si tratta dei seguenti crediti d’imposta:
  1. credito d'imposta pari al 30% delle commissioni legate a pagamenti con POS;
  2. credito d'imposta (fino ad un massimo di 160€) per l'utilizzo, noleggio e acquisto del POS collegato al registratore di cassa telematico;
  3. credito d'imposta (fino ad un massimo di 320€) legato all'acquisto di sistemi evoluti di incasso che permettono anche la memorizzazione e la trasmissione telematica dei dati corrispettivi. 
Segnaliamo che l'agevolazione di cui al precedente punto 1. è riservato agli esercenti attività di impresa, arte o professioni con ricavi e compensi relativi all’anno precedente di importo fino a 400.000 euro.
 

Per quanto riguarda il credito di cui al precedente punto 2., si ricorda che il suo ammontare è calibrato in relazione al valore di ricavi e compensi:

  • 70 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare non superiore a 200.000 euro;
  • 40 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare superiore a 200.000 euro e fino a 1 milione di euro;
  • 10 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare superiore a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro.

Da ultimo, anche l'importo riferito alla terza agevolazione precedentemente illustrata è scalare in base ai ricavi generati:

  • 100 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare non superiore a 200.000 euro;
  • 70 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare superiore a 200.000 euro e fino a 1 milione di euro;
  • 40 per cento per i soggetti i cui ricavi e compensi relativi al periodo d’imposta precedente siano di ammontare superiore a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro.