MAIOLO TODAY

MAIOLO TODAY

06/04/2021

DETRAZIONE 50% START UP COMUNICAZIONE PREVENTIVA

DETRAZIONE 50% START UP COMUNICAZIONE PREVENTIVA
ricordiamo con la presente che con il Decreto Rilancio è stata introdotta una detrazione alternativa e maggiorata al 50%, rispetto al beneficio fiscale "tradizionale" del 30%, per gli investimenti in Start up innovative effettuati da persone fisiche.
Siamo con la presente ad rammentare brevemente le agevolazioni "ordinarie" e quella introdotta nel 2020 ad opera del Decreto citato in apertura, soprattutto in riferimento all'istanza preventiva da presentarsi presso il portale Invitalia
 

Misura delle agevolazioni "ordinarie"

In particolare, è prevista:

  • per le persone fisiche, una detrazione IRPEF del 30% della somma investita nel capitale sociale delle start up innovative, fino ad un investimento massimo di 1.000.000 di euro annui;
  • per le persone giuridiche, una deduzione IRES del 30% dell'investimento, con tetto massimo di investimento annuo pari a 1.800.000 euro.
Solo a titolo informativo, gli incrementi che erano stati previsti dalla Legge di Bilancio per il 2019 non sono stati attuati a causa di una mancata autorizzazione da parte della Commissione Europea

Detrazione IRPEF al 50% nei limiti del regime "de minimis"

In alternativa alla detrazione ordinaria, è riconosciuta una detrazione IRPEF per le persone fisiche pari al 50% della somma investita, fino ad un investimento massimo annuale di 100.000 euro (quindi con un ammontare di detrazione non superiore per ciascun periodo d'imposta a 50.000 euro), comunque nei limiti del "regime de minimis".

!Attenzione!

Affinchè i soggetti investitori possano beneficiare dell'agevolazione, le imprese beneficiarie devono presentare, tramite l'apposita piattaforma informatica sul sito del Ministero dello Sviluppo economico, un'istanza on line raggiungibile al seguente link https://padigitale.invitalia.it/:

  • per gli investimenti effettuati nel 2020, dall'1.3.2021 al 30.4.2021;
  • a regime, prima dell'effettuazione degli investimenti.

Il Ministero dello Sviluppo economico:

  • verifica il rispetto da parte dell'impresa beneficiaria del massimale "de minimis";
  • comunica periodicamente all'Agenzia delle Entrate l'elenco delle imprese beneficiarie che hanno presentato istanza e degli investitori che intendono fruire della detrazione fiscale.