MAIOLO TODAY

MAIOLO TODAY

13/03/2021

Registratore Telematico fuori servizio, cosa fare?

Registratore Telematico fuori servizio, cosa fare?
Ecco di seguito le operazioni (riportate nel Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 28.10.2016) che devono essere effettuate in caso di mancato funzionamento del Registratore Telematico, di seguito RT.
  1. Comunicare "telematicamente" all’Agenzia delle Entrate di mancato funzionamento. In questo caso dev’essere verificato insieme al proprio tecnico se il RT installato procede autonomamente alla segnalazione di anomalia;
  2. Richiedere tempestivamente l’intervento del tecnico abilitato;
  3. Annotare i corrispettivi delle singole operazioni giornaliere sull'apposito registro, che potrà essere tenuto anche in modalità informatica (esempio: excel, word o altro).
  4. Inviare telematicamente i corrispettivi annotati seguendo la procedura illustrata nel seguito;
 
Se il proprio dispositivo non dovesse provvedere autonomamente alla comunicazione di guasto di cui al precedente punto 1, sarà necessario accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate “Fatture e Corrispettivi” e seguire i seguenti passaggi:
  1. Accedere alla sezione “Area Gestore ed Esercente”;
  2. Selezionare la voce “Procedure di Emergenza”;
  3. Selezionare “Dispositivo Fuori Servizio”;
  4. selezionare la voce di menù “Procedure di Emergenza > Dispositivo Fuori Servizio”, disponibile nella sezione “Area Gestore ed Esercente”.
 
Gli importi dei corrispettivi annotati “manualmente” durante il periodo di blocco dovranno essere trasmessi telematicamente entro 12 giorni utilizzando la procedura d’emergenza che si trova nella voce di cui al precedente punto c. (Procedure di Emergenza). I corrispettivi dovranno essere indicati per totale giornaliero distinto per aliquota IVA.
In caso sia posseduto più di un RT, le procedure sopra riportate dovranno essere effettuate previa selezione del RT fuori servizio.
Una volta riparato, il RT invierà telematicamente la segnalazione di riattivazione all’Agenzia delle Entrate.